Parità di genere

L’attenzione alle persone e alla valorizzazione delle diversità rappresenta ormai una condizione essenziale per qualsiasi organizzazione.
Pratiche concrete di diversity&inclusion hanno il vantaggio di attrarre i talenti, i consumatori e gli investitori, e consentono inoltre di migliorare il clima interno e di conseguenza le performance aziendali.

Howden accompagna le imprese nell’ottenimento della Certificazione della parità di genere, che consente non solo di avere una reputazione più positiva e un consolidamento della strategia di gestione delle risorse umane, ma anche di ottenere sgravi fiscali, garanzie fideiussorie e un miglior posizionamento nei bandi di gara.

Il sistema di certificazione della parità di genere, un intervento che rientra nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) (disciplinato dalla legge n.162 del 2021 e dalla legge n. 234 del 2021) ha l’obiettivo di introdurre nelle organizzazioni delle policy che possano ridurre il divario di genere.

La certificazione viene rilasciata a fronte dell’adozione da parte dell’organizzazione di una serie di misure in diversi ambiti aziendali:

  • area governance
  • processi HR
  • opportunità di crescita
  • equità remunerativa
  • genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

Per ciascuna area sono stati individuati degli indicatori prestazionali: ciò significa che ad ogni azione adottata dall’azienda e mirata a promuovere e tutelare le diversità, si associa un punteggio che consente di raggiungere la certificazione.

I punteggi più elevati, ad esempio, vengono assegnati quando si riscontrata equità remunerativa, con indicatori positivi rispetto alle differenze retributive fra uomini e donne per livello di inquadramento, e ovviamente a parità di competenza, oppure sulle promozioni delle donne e le rispettive retribuzioni variabili.

L’area riferita alle opportunità di crescita, che comprende la percentuale di donne nella forza lavoro sulla totalità, o il numero di donne in ruoli dirigenziali o con responsabilità, ha invece un peso pari al 20%.

Altre pratiche che concorrono al raggiungimento della certificazione, ad esempio, sono l’adozione di policy e servizi che favoriscono la genitorialità e la conciliazione vita-lavoro, come lo smart working, le procedure per il back to work, la concessione del part time su richiesta e reversibile, i piani welfare e gli asili nido aziendali.

Contattaci per avere maggiori informazioni!

CAPTCHA
5 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.